(red.) Neve mista a pioggia. Sono le previsioni meteorologiche per la giornata di sabato 3 marzo nel bresciano. Segno, quindi, che l’emergenza dovuta alle abbondanti precipitazioni e al gelo sta terminando. Ma ancora non del tutto, considerando che le temperature si mantengono comunque vicine allo zero e resta il rischio forte del gelicidio, cioé la pioggia che si gela al contatto con l’asfalto. Domenica 4, invece, si parla di schiarite e alcune nuvole con possibilità di altre piogge nella serata, ma neve tra i 600 e 1.000 metri. Le temperature resteranno vicine allo zero tra le minime e fino a 8 gradi per le massime. Tanto che la sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia indica codice giallo per rischio neve fino alla mezzanotte di domenica.

Dal punto di vista delle strade, nel bresciano per quanto riguarda le precipitazioni nevose non sono stati rilevati particolari disagi, grazie ai piani neve che sono scattati in tempo e hanno limitato i danni a livello cittadino e nel resto della provincia. Semmai il problema adesso sarà quello delle buche dovute al sale gettato sulle strade che hanno sciolto non solo la neve. Per questo motivo si continua a chiedere prudenza agli automobilisti. Per quanto riguarda la città, 4.200 tonnellate di sale e sabbia, 303 addetti e 157 tra lame, sabbiatrici, pale e spargisale sono stati operativi e con l’invito ai bresciani di pulire i propri ingressi di casa. Alcuni disagi si sono registrati nella consegna della posta, giovedì 1 e venerdì 2 marzo, nella bassa bresciana da Brandico fino a Corzano sotto le dipendenze del centro di Maclodio.

Sul Garda, a Desenzano alcune decine di famiglie che abitano in via Rambotti e zone vicine sono state colpite da un blackout elettrico, tanto da indurre Enel a piazzare un gruppo elettrogeno per l’emergenza, ma comunque non senza problemi. Disagi anche a Manerba, mentre a Chiari è stato annullato il mercato agricolo di piazza Zanardelli. Dal punto di vista della viabilità, si sono registrati problemi sulla provinciale 64 intorno a Verolavecchia e sulla 45 bis da Pontevico a Brescia, ma anche sull’autostrada A21 tanto da imporre la chiusura per alcune ore venerdì mattina. In tutti i casi il disagio è stato proprio il gelicidio. stesso problema nella zona della Corda Molle. Situazione abbastanza regolare, invece, sul traffico provinciale e con i mezzi pubblici. Infine, nella giornata di sabato 3 marzo alcune scuole bresciane che erano rimaste chiuse per il maltempo ora riaprono regolarmente, come a Paratico e Corte Franca. Altre, invece, restano chiuse sfruttando anche il fatto di essere sedi di voto per le elezioni di domenica.

Comments

comments