Foto dal Comune di Brescia

(red.) Le nevicate che soprattutto giovedì 1 marzo hanno colpito l’intera provincia di Brescia, dalla città fino alle valli e ai laghi, hanno certamente provocato dei disagi, ma tutti i Comuni si sono fatti trovare preparati tra piani neve, mezzi spargisale e spazzaneve. Le precipitazioni nevose hanno lasciato una tregua nella prima serata di giovedì, dando però spazio alle temperature più fredde e gelide, tanto che venerdì mattina i bresciani si sono trovati alle prese con auto e veicoli ghiacciati. Tuttavia, è previsto un altro passaggio, l’ultimo, di neve proprio nel pomeriggio di venerdì.

Nel fine settimana, invece, le previsioni del meteo indicano anche pioggia, ma portando al forte rischio del gelicidio: un ulteriore calo delle temperature, infatti, potrebbe portare l’acqua in arrivo dal cielo a ghiacciarsi all’istante al contatto con l’asfalto e provocare delle vere e proprie lastre pericolose. In ogni caso, la situazione di giovedì ha registrato pochi disagi proprio perché la provincia si era preparata all’evenienza annunciata da tempo dagli esperti. Quindi in città, così come in provincia, tramite palazzo Loggia e il Broletto, le strade sono state rese pulite ed evitato difficoltà anche ai pedoni per il pericolo di scivolate. Altri disagi, seppur più contenuti rispetto alla giornata di mercoledì 28 febbraio, hanno riguardato la circolazione ferroviaria.

Su questo fronte, sono stati soppressi alcuni treni sulle linee Brescia-Parma e Brescia-Milano, ma senza particolari problemi per i pendolari. E anche per la giornata di venerdì 2 le compagnie, da Trenitalia a Italo e Trenord parlano di circolazione regolare sul posto. “L’emergenza neve è in parte rientrata, pertanto Rfi comunica che venerdì 2 marzo, in Lombardia sarà garantita l’intera offerta del trasporto ferroviario regionale di Trenord.
Considerate le instabili condizioni meteo permarranno alcuni rallentamenti, specialmente nell’area di Milano. Prestare attenzione alle informazioni in tempo reale sulle pagine di direttrice del sito o sull’App Trenord” si legge in una nota del gruppo lombardo.

In ogni caso, sul resto delle strade della provincia si sono verificati diversi incidenti stradali anche a causa dell’asfalto ghiacciato o per chi, magari in preda alla fretta, ha accelerato finendo ribaltato o fuori strada. A questo si aggiunge il fatto che le copiose nevicate di giovedì hanno spinto alcuni Comuni bresciani a emettere ordinanze per la chiusura delle scuole. Quindi, nella giornata di venerdì 2 marzo niente lezioni a Montichiari, Manerbio, Borgo San Giacomo (restano aperti gli asili), Remedello, Desenzano, Manerba, Padenghe, Moniga, Puegnago, San Felice, Soiano, Bedizzole, Calvagese, Lonato, Calcinato e Paratico. Ma è possibile che nella stessa giornata altri Comuni, in base alle nuove necessità, possano aggiungersi all’elenco.

Comments

comments