(red.) Promuovere un nuovo modello di accoglienza, creando occasioni di conoscenza reciproca e di cambiamento culturale permettendo ad associazioni, semplici cittadini, studenti universitari, pensionati e chiunque voglia dare un supporto ai percorsi di integrazione sociale dei rifugiati di contribuire in maniera concreta.

A Brescia diversi progetti offrono questa opportunità: attraverso l’accoglienza in famiglia, il co-housing, l’attivazione di tutor territoriali dell’integrazione.
É questo l’obiettivo delle tre serate organizzate dall’associazione ADL a Zavidovici nel mese di marzo.
Inseriti nell’ambito del progetto Ancora (co-finanziato dall’Unione Europea e finanziato dal Fondo Asilo Migrazione e Integrazione), gli incontri avranno luogo giovedì 8, mercoledì 14 e giovedì 22 marzo dalle 18.30 alle 20.30 presso il Centro San Clemente di Brescia in Via Cremona 99.

In questo laboratorio sociale i partecipanti troveranno spunti teorici e pratici per attivarsi nell’affiancamento a un rifugiato, e al termine del percorso sarà possibile, per chi fosse interessato, mettersi a disposizione della propria comunità diventando tutor territoriale.
La partecipazione al laboratorio è gratuita ed è possibile iscriversi entro il 5 marzo all’indirizzo mail adlzavidovici.fami@gmail.com.
Maggiori informazioni sul sito www.adl-zavidovici.eu e sulla pagina facebook dell’associazione.

Comments

comments