(red.) “Ora più che mai i nostri agricoltori hanno bisogno di sostegno, perché i produttori delle migliori eccellenze made in Italy giocano contro avversari che non rispettano le stesse regole e con un arbitro, l’Europa, più impegnato a creare regolamenti assurdi sulle misure delle zucchine piuttosto che a contrastare le imitazioni sleali dei nostri prodotti. Per questo già nei giorni scorsi ho firmato più convinta che mai il ‘Manifesto politico di Coldiretti’.

Lo dice l’assessore regionale e dirigente di Fratelli d’Italia Viviana Beccalossi, oggi a Brescia insieme al candidato presidente Attilio Fontana per incontrare Ettore Prandini e le rappresentanze di Coldiretti.

“Proprio a Brescia, una delle province più importanti del comparto agroalimentare italiano –prosegue Viiviana Beccalossi- parte un messaggio forte e chiaro: tolleranza zero verso l’agropirateria. Stop ai falsi e alle brutte copie delle nostre eccellenze alimentari, ma anche politiche mirate in grado di tutelare in sede regionale, nazionale ed europea il lavoro prezioso e irrinunciabile di migliaia di agricoltori del nostro Paese”.

“E’ necessario –conclude Viviana Beccalossi- che a Roma, così come abbiamo sempre fatto in Lombardia, si faccia fronte comune per contrastare i falsari del cibo, che producono un danno per i nostri produttori stimato come ben sottolinea Coldiretti, in circa 60 miliardi di euro”.

Comments

comments