(red.) La Polizia di Stato ha emesso numerosi provvedimenti di espulsioni. L’Ufficio Immigrazione della Questura di Brescia, nelle ultime settimane ha istruito accompagnamenti in frontiera ed espulsioni per diversi cittadini extracomunitari che si sono resi autori di reati di particolare gravità. L’attività di rintraccio si è svolta in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri e con la Polizia Locale.

Dal 1 gennaio 2018 al 28 febbraio 2018 la Questura di Brescia ha disposto 198 espulsioni, così suddivise:
51 Espulsioni con Accompagnamento alla Frontiera;
20 Espulsioni con Trattenimento al C.P.R.;
121 Espulsioni con Ordine del Questore;
5 Espulsioni con Partenza Volontaria.
Per quanto riguarda i cittadini extracomunitari detenuti in carcere, quando la loro pena residua è inferiore ai due anni, il magistrato di sorveglianza può disporre l’espulsione come misura alternativa alla detenzione in carcere.
Per coloro che vengono sottoposti a questo tipo di espulsione, è previsto il divieto di reingresso sul territorio Italiano per dieci anni. Nel periodo indicato sono state emesse 4 Espulsioni Giudiziarie.

Le cittadinanze dei soggetti espulsi, spiega la Questura, sono prevalentemente marocchine, senegalesi, tunisine, albanesi e pakistane. Il numero dei provvedimenti è in linea con i 1.139 emessi lo scorso anno, dal 1 gennaio al 31 dicembre.

Comments

comments

5 Commenti

      • Ah, magari la colpa è delle…”toghe rosse” di berlusconiana memoria invece di chi, andando al dunque, negli ultimi vent’anni non ha legiferato nella direzione giusta enon ha riscritto il Codice Penale. Non a caso, la Legge Martelli e le Leggi Turco-Napolitano e Bossi-Fini hanno tutte sottovalutato e sottodimensionato il problema dell’immigrazione, clandestina e non, risultando assolutamente inadeguate alla realtà del fenomeno in Italia.

  1. Questo è positivo, ma è solo la punta dell’iceberg.
    E’ necessaria una legge che preveda l’espulsione obbligatoria per qualsiasi straniero che commetta in Italia un qualsiasi reato, nonchè per tutti gli stranieri col permesso di soggiorno scaduto o addirittura senza permesso di soggiorno.
    PS: la cosa principale da fare sarebbe garantire un filtro efficace sugli ingressi.