(red.) Secondo le ultime previsioni meteorologiche, nelle giornate di giovedì 1 e venerdì 2 marzo l’Italia settentrionale sarà interessata da nevicate, localmente anche intense, e da temperature rigide che potrebbero rendere difficoltoso muoversi.
Per poter affrontare con il minor disagio possibile queste avverse condizioni climatiche, il comune di Brescia chiede ai cittadini la massima collaborazione.
Per agevolare gli spostamenti è consigliabile utilizzare, preferibilmente, i mezzi di trasporto pubblici e, qualora sia necessario adoperare il proprio veicolo, è opportuno disporre di dotazioni antineve.

Come previsto dal piano neve comunale, in caso di precipitazioni verranno eseguite operazioni di sgombero neve dai percorsi pedonali, oltre che dalle strade, con relativo spargimento di fondenti per contrastare la formazione di ghiaccio. Gli interventi sui marciapiedi si concentreranno soprattutto sui punti maggiormente interessati dalla presenza di persone (fermate metrobus, scuole, ospedali…).
Alla rimozione della neve dai passi carrabili e dalle porzioni di marciapiede di fronte alle abitazioni private, dovranno provvedere i proprietari o gli utilizzatori.
Per favorire il passaggio dei mezzi antineve, inoltre, si raccomanda di non parcheggiare il proprio veicolo nelle vie che hanno una sede ristretta, in particolar modo nei quartieri periferici.

I proprietari o gli amministratori degli edifici dovranno provvedere alla tempestiva rimozione di tutti i blocchi di neve o di ghiaccio presenti sulle grondaie, sui cornicioni, sui balconi o su altre sporgenze che potrebbero precipitare su marciapiedi pubblici o cortili. Gli stessi, inoltre, dovranno segnalare tempestivamente qualsiasi pericolo con transennamenti. La neve rimossa da cortili o altri luoghi privati non dovrà essere sparsa o accumulata sul suolo pubblico e, nel caso ciò non sia obiettivamente possibile, le operazioni di sgombero dovranno essere eseguite delimitando preliminarmente e in modo efficace l’area interessata, adottando ogni possibile cautela.

Comments

comments