Foto da Bresciaoggi

(red.) La Sezione Investigazioni Scientifiche dei carabinieri lunedì mattina 26 febbraio ha raggiunto la filiale della Banca Territoriale Lombarda di via Volta a Prevalle, nel bresciano, dopo il botto e il tentativo di rapina al bancomat. Gli agenti hanno raccolto tutti gli elementi possibili per identificare la banda che era entrata in azione domenica 25 notte, intorno all’1,30. Di certo un giorno non usuale per una rapina a uno sportello di prelievo, quindi è facile immaginare che si trattasse di un gruppo di inesperti. Hanno piazzato dell’esplosivo solido sul bancomat facendo saltare il macchinario, ma non la cassaforte blindata che ha retto il colpo.

Mentre le forze dell’ordine stanno analizzando le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza dell’istituto di credito e raccogliendo testimonianze, la sensazione è che il gruppo fosse formato da quattro banditi: uno in auto per caricare gli altri al momento della fuga, un altro a fare da palo e due a piazzare il congegno. Ma la loro azione si era rivelata inutile. La banca era già stata colpita circa quindici anni prima con una ruspa e quando l’istituto era una Banca di Credito Cooperativo. Anche in quel caso lo sportello era riuscito a reggere il colpo, facendo scappare i banditi a mani vuote.

Comments

comments