(red.)  La quarta giornata di Pool A del campionato di volley maschile di A2 non gira al meglio per Brescia, che non riesce a dare ritmo e varietà al suo attacco perché Siena è ben piazzata a muro, serve molto bene e con un super Boswinkel può chiudere la contesa in tre set.
Starting six di casa con Fabroni e Boswinkel, Fedrizzi e Vedovotto attaccanti laterali, Alisson Martins e Spadavecchia al centro e Giovi libero. Capitan Tiberti è in campo incrociato a Bellei, con Cisolla e Mazzon in banda, Codarin e Esposito al centro e Fusco libero. Subito buona la pressione al servizio dei bresciani che con due ace e un paio di contrattacchi vincenti si garantiscono il primo allungo (2-7), annullato però dalla squadra di casa, brava a sfruttare le indecisioni in ricezione dei tucani e ad agganciare con Fedrizzi (8 pari). Allunga Boswinkel, grazie alla battuta più ficcante dei toscani e al muro toscano che ferma Cisolla e Mazzon (20-14). Bellei out e Esposito bloccato in primo tempo da Martins e Siena vola 23-17; chiude Boswinkel dopo un ace di Bellei (25-19).

Boswinkel protagonista anche dell’avvio del secondo set: mura Cisolla per il 4-1, ma gli risponde Bellei con una battuta punto che accorcia le distanze e, con l’attacco out di Spadavecchia, si va sul 4 pari. Margutti rileva Mazzon: ancora un muro dell’opposto toscano, stavolta su Codarin, e un ace di Fedrizzi segnano il 11-7. Dopo il primo time out, Brescia sembra più concreta, ma Siena sbaglia poco e aggredisce al servizio; Zambonardi è costretto alla seconda interruzione sul 18-12, dopo l’ennesimo muro subito. I tucani sul finale provano il recupero con Margutti e Bellei (20-16). Vedovotto si prende il set ball: anche il secondo parziale porta la firma di Boswinkel (25-20).

Emma Villas vola con Vedovotto e Fedrizzi a muro: coach Zambonardi ferma due volte il gioco, ma i suoi non sembrano trovare la chiave per forzare la difesa toscana e subiscono in tutti i fondamentali (7-2 e 11-4). L’ace di Boswinkel segna il 13-4 e si scivola verso l’epilogo del match: Mazzon torna nella mischia e rileva Bellei sul 16-6, ma il match è segnato. Sul 23-13 Cichello butta dentro i giovani e la partita si chiude con un attacco out di Brescia (25-13).
Coach Zambonardi: “Noi non abbiamo fatto la nostra miglior partita al servizio e ci siamo forse scoraggiati dopo il recupero nel primo set, ma di fronte abbiamo trovato una squadra che è stata bravissima in battuta e a muro. Stiamo giocando la Pool A e le avversarie sono di prim’ordine. Una sconfitta in una trasferta difficile come questa non ci abbatte. Guardiamo avanti”. Sugli altri campi, vittorie di Roma, Santa Croce e Spoleto. Brescia è al sesto posto, superata da Siena di un punto. Prossimo match in trasferta a Pisa.

Comments

comments