(red.) C’è anche l’ex sindaco bresciano di Malonno Stefano Gelmi (in carcere) tra i destinatari delle undici ordinanze di custodia cautelare firmate dal giudice delle indagini preliminari di Brescia e notificate all’alba di lunedì 26 febbraio dai carabinieri. Le accuse per tutti, nell’ambito di un’inchiesta della procura di Brescia, sono di corruzione e turbativa d’asta negli appalti.

L’ex primo cittadino era già stato indagato da novembre del 2017 e dopo l’indagine partita a giugno dello stesso anno tanto da costringerlo alle dimissioni e a far commissariare il Comune. Tra gli undici coinvolti, per cinque addetti pubblici e imprenditori sono arrivati i domiciliari e l’obbligo di dimora per gli altri.

Comments

comments