(red.) Nella notte tra mercoledì 21 e giovedì 22 febbraio c’è qualcuno che ha voluto emulare, seppur e per fortuna in tono minore, il giovane responsabile del “far west” bresciano tra rapine, spari e inseguimento. Un’auto condotta da un giovane residente a Sarezzo si stava muovendo lungo la tangenziale Ovest, in direzione della Valtrompia, quindi probabilmente verso casa, quando si è imbattuta nell’alt di un posto di blocco.

Ma invece di fermarsi, il conducente ha accelerato raggiungendo i 120 km orari con cui è poi uscito dalla tangenziale e risalito verso la valle infrangendo ogni regola del Codice della Strada. Sono gli stessi agenti a darne notizia. Il ragazzo, in realtà, non è stato fermato in flagrante, ma si è arrivati alla vettura grazie al numero di targa che gli agenti si erano appuntati durante l’inseguimento.

Così gli operatori si sono presentati all’abitazione del padre del giovane a cui è intestata l’auto. Si è poi verificato che il conducente non avesse nemmeno la patente e il padre ha ammesso di sapere della presenza del figlio sull’auto. In arrivo una multa da capogiro.

Comments

comments

2 Commenti

  1. Prima il rapinatore dilettante di Flero…..al volante senza patente.
    Poi questo pirla di Sarezzo….al volante senza patente.
    E’ andata di lusso che nessun innocente si è fatto del male.
    PS: ringraziamo quei grandissimi IDIOTI che hanno depenalizzato la “guida senza patente” relegandola a semplice “sanzione amministrativa”.

  2. Questo è magari uno tra i tanti genitori incapaci di educare la prole deficiente che vorrebbe che lo stato si mettesse a ributtare soldi nel cesso a rimettere su una simil-naia per giovani coglioni viziati