(red.) “Non c’è due senza tre“. Il Rugby Brescia batte il Rugby Udine 20-19 allo Stadio Invernici e conquista la terza affermazione consecutiva nel Poule 4 della II Fase di Serie A. Partita non bella ma molto intensa in Via della Maggia, con Brescia che dopo un match equilibrato ha trovato la zampata vincente nelle battute finali dell’incontro, grazie alla meta decisiva di Mariani al 38′. Man of the match: Luca Bertè. 

Coach Pisati sceglie Miranda, Gustinelli, Bertè, Carilli, Secchi Villa, Locatelli, Gazzoli, Gandolfi, Casali, Rossini, Daniel, Fierro, Trevisani, Romano e Armantini; coach Dwyer risponde con Flynn, Zorzetto, Gerussi, Groza, Rigutti, Bombonati, Balzi, Tiziano Picchietti, Menegaldo, Bagolin, Torres, Giannangeli, Morosanu, Del Tin e Raffaele Picchietti. Il tabelllino si sporca subito con la meta del neozelandese Robert Flynn, che al 4′ infila la difesa bresciana per la prima meta del pomeriggio (la trasformazione di Bombonati vale il 7-0 Udine). Brescia fatica a trovare una reazione e fa un po’ di confusione in attacco, riuscendo però a fare buona guardia dietro. Al 24′, però, una scintilla riaccende il match: dalla touche parte l’azione di contropiede con Carilli, che lancia Casali, che a sua volta trova Bertè, bravo a lasciare sul posto i difensori friulani e a depositare l’ovale dietro la linea di meta (con Locatelli che non trova la trasformazione). La scintilla bresciana rimane accesa e al 28′ i nostri ragazzi trovano altri sette punti, con la meta di Gandolfi (dopo un’altra azione di contropiede) trasformata da Bertè, che valgono il sorpasso sul 12-7. Il primo tempo si chiude con la meta tecnica di Udine, con cui gli ospiti rimettono la testa avanti (14-12).

Il calcio piazzato di Bertè apre il secondo tempo e consente a Brescia di riportarsi in vantaggio sul 15-14. Udine avrebbe la possibilità di rispondere con la stessa arma, ma Tarantola al 10′ e al 13′ non manda a bersaglio due calci piazzati. Obiettivo sorpasso che Udine raggiunge, invece, al 20′ con la meta di Raffaele Picchietti (non trasformata da Tarantola), che fissa il parziale sul 19-15 ospite. Un punteggio che purtroppo permane per oltre 18 minuti, perché Brescia aumenta la propria pressione fin sulla linea di meta friulana, ma non riesce mai a trovare lo spiraglio giusto. Fino, appunto, al minuto 38, quando Locatelli prima e Azzini poi lanciano uno scatenato Mariani sull’out di sinistra, che resiste alla carica di un avversario e vola in meta! Sorpasso Brescia sul 20-19, con Pellegrino che purtroppo non trova la trasformazione. Ma non c’è più tempo per le speranze friulane e i nostri ragazzi portano a casa la terza vittoria consecutiva. 

Brescia, Stadio “Aldo Invernici” – domenica 18 febbraio

Rugby Brescia v Rugby Udine 20 – 19 (12 – 14)

Marcatori: p.t. 4’ m. Flynn tr. Bombonati (0-7); 24’ m. Bertè (5-7); 28’ m. Gandolfi tr. Bertè (12-7); 40’ meta tecnica (12-14); s.t. 2’ cp Bertè (15-14); 20’ m. R. Picchietti (15-19); 38’ m. Mariani (20-19)

Rugby Brescia: Miranda (1’st Gelmini), Gustinelli (29’st Bianchini), Bertè, Carilli (18’st Azzini), Secchi Villa, Locatelli, Gazzoli (34’ Pellegrino), Gandolfi, Casali, Rossini (18’st Mariani), Daniel, Fierro (7’st De La Rubia), Trevisani (37’ Armantini), Romano, Armantini (1’st Kaikatsishvili). All. Pisati

Rugby Udine: Flynn, Zorzetto (1’st Tarantola), Gerussi, Groza (13’st Marconato), Rigutti, Bombonati, Balzi (33’st Barella), Picchietti T., Menegaldo (3’st Morandini), Bagolin (40’st Rugger), Torres (22’st Macor), Giannangeli, Morosanu, Del Tin, Picchietti R. All. Dwyer

ArbSimone Boaretto di Rovigo

Cartellini: –

Calciatori: Bombonati 1/1, Locatelli 0/1, Bertè 2/2, Tarantola 0/3, Pellegrino 0/1

Note: pomeriggio freddo e grigio, campo in discrete condizioni, spettatori 500 circa

Punti conquistati in classifica: Rugby Brescia 4; Rugby Udine 1

Man of the match: Luca Bertè

Comments

comments