(red.) Nella giornata di lunedì 12 febbraio il consigliere delegato della Provincia di Brescia ai Lavori pubblici Antonio Bazzani ha annunciato 25 milioni di euro in arrivo dal Governo per investire sui ponti, la sistemazione delle strade, delle ciclabili e degli incroci. Gli interventi saranno programmati nell’arco di sei anni, partendo da quelli più urgenti e per poi valutare altri bisogni. L’importo fa parte del piano da 1,620 miliardi di euro per la manutenzione sulle strade di province e città metropolitane e dopo il via libera della Conferenza Stato – Città e autonomie locali.

I 25 milioni di euro potranno essere usati per progettare e adeguare le infrastrutture, migliorare la sicurezza e ridurre l’inquinamento ambientale, il rischio idrogeologico e quello dovuto ai trasporti. Dal punto di vista delle risorse in arrivo, Brescia è seconda solo a Milano in Lombardia e lo stanziamento sarà diretto soprattutto al rifacimento degli asfalti per cui sono previsti 8,5 milioni di euro tra il 2017 e il 2019. Poi l’anello ciclabile del Garda, la luce nelle gallerie e i viadotti da sistemare.

E proprio sul fronte dei ponti, sempre lunedì si è svolto un tavolo tecnico sulla situazione del ponte lungo la tangenziale sud di Brescia, al casello di Brescia Centro verso le autostrade A21 e A4. Il viadotto, infatti, resta interdetto alla circolazione dei mezzi pesanti. L’università degli Studi di Brescia che ha avuto l’incarico, sta eseguendo dei controlli sui campioni prelevati dall’impalcatura e per i quali saranno necessari una serie di approfondimenti.

Comments

comments