Foto da Radio Onda d'Urto

(red.) Lunedì 12 febbraio è il giorno del ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Valeria Fedeli a Brescia. Alle 9,30 nel salone Vanvitelliano di palazzo Loggia è iniziato un incontro – “Legalità, cittadinanza e Costituzione” – promosso dalla Casa della Memoria e che vede partecipi, oltre alle varie realtà dell’istruzione, anche il membro del Governo. Sarà anche l’occasione, da parte delle delegazioni delle varie scuole, di fare il punto della situazione sui percorsi didattici seguiti e sull’alternanza tra scuola e lavoro.

All’esterno, invece, in quella che è una città blindata proprio per la visita del ministro, sono presenti decine di insegnanti che protestano (leggi) dopo la sentenza del Consiglio di Stato verso i licenziamenti dei docenti che non hanno conseguito una laurea. Pare che il componente del Governo si sia detta disposta a incontrare alcuni docenti di primo mattino, ma sarebbe stato impossibile in quel momento formare una delegazione in grado di parlare con la Fedeli.

Di conseguenza, con striscioni e megafoni gli insegnanti sono di presidio in piazza Rovetta, a due passi dalla Loggia. Nel pomeriggio, alle 16, il ministro sarà al teatro Grande per una cerimonia dell’università che consegnerà una laurea ad honorem a Jeffrey D. Sachs, noto docente di Economia ed esperto di crescita sostenibile. Saranno presenti il rettore dell’ateneo statale Maurizio Tira, Elisabetta Allevi del dipartimento di Economia e Management e Francesco Castelli per la cooperazione e lo sviluppo.

Comments

comments