(red.) OPENJOBMETIS VARESE-GERMANI BASKET BRESCIA 100-72 (29-18, 63-39, 84-56)

Openjobmetis Varese: Avramovic 29 (7/11, 4/8), Pelle 7 (1/1), Bergamaschi, Natali 6 (2/4 da tre), Vene 8 (2/3, 0/2), Parravicini 3 (1/1 da tre), Okoye 18 (1/3, 4/7), Tambone 2 (1/1, 0/1), Cain 7 (3/5), Ferrero 9 (2/2, 1/3), Larson (1/2, 3/6). All. Caja.
Germani Basket Brescia: Moore 6 (3/8, 0/1), Hunt 8 (4/7), Mastellari (0/3 da tre), L. Vitali 6 (1/3, 0/3), Landry 20 (4/7, 4/8), Ortner 3 (1/3), Veronesi (0/1 da tre), M. Vitali 16 (4/7, 2/4), Moss 8 (1/1, 2/3), Sacchetti 5 (0/1, 1/4). All. Diana.
Arbitri: Sahin, Sardella e Borgo.
Note: Tiri da 2: Varese 18/28 (64%), Brescia 18/37 (49%) – Tiri da 3: Varese 15/32 (47%), Brescia 9/27 (33%) – Tiri liberi: Varese 19/21 (90%), Brescia 9/14 (64%) – Rimbalzi: Varese 46 (36 RD, 10 RO), Brescia 21 (16 RD, 5 RO).

Amara sconfitta per la Germani Basket Brescia che domenica 11 febbraio, nel posticipo della diciannovesima giornata di campionato, è crollata davanti a una Varese perfetta e vincente per 100-72 e si conferma la squadra del momento. Consci del periodo attraversato dal quintetto di Attilio Caja, alla Leonessa sarebbe servito un altro approccio. Così non è stato, soprattutto per i meriti dei padroni di casa che mettono le mani sulla partita fin dall’inizio, chiudono il primo tempo con oltre il 60% da due e da tre e nella ripresa, con un grande Avramovic (29 punti), completano il lavoro, conducendo in porto la quarta vittoria consecutiva. Per Brescia (Landry 20 punti, Michele Vitali 16), matura la seconda sconfitta di seguito che la fa spodestare dalla vetta della classifica restando a quota 26 punti.

Ora il campionato si prenderà una sosta e il Brescia tornerà in campo il 4 marzo contro Brindisi al Palageorge. “Varese ha confermato il suo momento di grande forma nonostante l’assenza di Wells e a loro vanno i miei complimenti per la prestazione offensiva e per la capacità che hanno avuto in difesa di chiuderci gli spazi – ha commentato coach Diana al termine della partita.- Noi non siamo stati all’altezza, non siamo riusciti a pareggiare il loro livello di energia e di corsa e durante la partita non abbiamo mai preso ritmo e fiducia.

È una prestazione di cui dovremo far tesoro, pensando agli errori che abbiamo commesso. Dobbiamo rialzarci subito, a partire dalla gara dei quarti di finale della Final Eight contro la Virtus Bologna, che affronteremo in una manifestazione alla quale ci siamo qualificati meritatamente e che ci dà subito l’occasione di riscattarci”. Proprio venerdì 16 febbraio la Leonessa sarà impegnata per la competizione a Firenze.

Comments

comments