(red.) Giovedì 8 febbraio a Brescia è stato presentato il bilancio delle attività condotte dalla Polizia Locale nel 2017 per il decoro urbano e contro il degrado. Partendo dai rifiuti, sono scattate 130 mila euro di multe – circa 1.400 – nei confronti dei “furbi” che hanno abbandonato i sacchetti oppure non rispettato le regole del porta a porta per la differenziata. E in quasi 100 casi si trattava di utenti in arrivo da altri paesi. Circa 6 mila persone sono state controllate proprio per come gettavano la spazzatura e in tutto 50 mila per ogni ambito legato al decoro urbano.

Poi le verifiche nei parchi, con oltre 3 mila controlli e più di 600 servizi in periferia facendo scattare 1.900 verbali, il doppio rispetto al 2016, soprattutto per chi beveva alcol fuori dai locali. Anche altre sanzioni per bivacchi e un centinaio di sgomberi. Le verifiche hanno riguardato anche i negozi, con 800 controlli tra attività commerciali e supermercati, oltre 800 tra bar e ristoranti, 1.300 agli ambulanti.

Poi quasi 300 attività artigianali controllate. Dal punto di vista delle sanzioni su questo fronte, sono state oltre 600, anche con riduzione dell’orario di apertura. Altre multe sono scattate per i distributori di carburante che non esponevano i prezzi oppure praticavano quelli diversi rispetto a quanto comunicato ufficialmente. Multati 18 esercenti che non rispettavano le direttive sul gioco d’azzardo, 29 centri massaggi e 87 sequestri di merce venduta in modo abusivo.

Comments

comments