(red.) Nei giorni precedenti a giovedì 8 febbraio i carabinieri bresciani di Leno hanno denunciato a piede libero con l’accusa di ricettazione un 52enne mantovano, già noto alle forze dell’ordine per altre truffe e reati contro il patrimonio. L’uomo era venuto in possesso di alcune sofisticate apparecchiature rubate nel cremonese e impiegate nelle officine per la diagnosi dei veicoli di fascia alta.

Fingendosi rivenditore, ha tentato di cederle a un’officina meccanica di Leno chiedendo un appuntamento per parlare di quel tipo di tecnologia a buon mercato. Il titolare dell’azienda, sospettando qualcosa, si era rivolto ai carabinieri avvisandoli dell’incontro. Quando il 52enne si è presentato equipaggio con l’attrezzatura, ha visto anche i militari dai quali non è potuto scappare. Aveva con sé un dispositivo di marca TEXA Axone per un valore di oltre 2.000 euro. L’uomo potrebbe andare incontro a una pena compresa tra i 2 e gli 8 anni.

Comments

comments