(red.) Nella serata di giovedì 1 febbraio la Polizia Locale di Brescia ha effettuato alcuni controlli antidroga in via Milano. Gli agenti, mentre stavano pattugliando il parco Berenson, hanno notato i movimenti sospetti di un 33enne tunisino, raggiunto poi da una donna italiana della stessa età. L’uomo si è avvicinato a un pakistano e gli ha venduto due dosi di eroina del peso totale di un grammo e mezzo e, quest’ultimo, è stato poi fermato dagli uomini della Locale che gli hanno trovato addosso lo stupefacente.

Nel frattempo il tunisino è rientrato nel parco, uscendo dal lato opposto, e si è recato poi all’angolo con via Manara, in compagnia della donna italiana sua convivente. I due sono entrati in un locale e sono stati bloccati dagli agenti. Il tunisino, al momento della perquisizione, aveva con sé una confezione di cocaina di 270 milligrammi, mentre la compagna nascondeva 6 pacchetti di eroina del peso totale di 14 grammi. I due sono stati portati al Comando di via Donegani e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Comments

comments

1 COMMENTO

  1. La donna è italiana e ci tocca tenerla in Italia, ma lo spacciatore di droga tunisino…..va processato, condannato e poi espulso! Espulso……….bastano e avanzano gli spacciatori di droga italiani.