(red.) La chiesa di Sant’Antonio Abate a Campoverde di Salò, nel bresciano, come le case e i negozi, è finita nel mirino dei ladri. E non si parla di un singolo episodio, ma di più blitz, anche tentati, per depredare qualche paramento di valore dall’edificio sacro. Per esempio, come ne dà notizia Bresciaoggi, è stato rubato il microfono usato per le omelie.

Poi i tentativi di scasso alla cassetta delle offerte e infine il furto di 200 candele benedette. Un’escalation che ha indotto il parroco don Marco Zanotti a prendere una decisione importante come tenere chiusa la chiesa quando non sono in corso delle messe o altre funzioni religiose.

Comments

comments