(red.) “Anche a Castel Mella ora è attivo il servizio di controllo del vicinato. Gli agenti non possono presidiare ogni centimetro di territorio in ogni momento ed è fondamentale dunque che i cittadini facciano rete per segnalare anomalie alla Polizia Locale o alle Forze dell’ordine”. Lo hanno detto Simona Bordonali, assessore regionale alla Sicurezza e Giorgio Guarneri, sindaco di Castel Mella in merito all’attivazione del servizio di controllo di vicinato sul territorio comunale.

“Ringrazio il sindaco Guarneri che ancora una volta dimostra grande sensibilità in merito alle questioni legate alla sicurezza dei cittadini. La Regione Lombardia ha promosso, con la Legge regionale, un modello di presidio integrato del territorio che coinvolge anche le associazioni di cittadini. A loro è riservato il compito di vigilare sul proprio quartiere e segnalare alle autorità eventuali pericoli” ha aggiunto Bordonali.

“In Italia viene commesso un furto ogni due minuti e il 97 per cento di questi reati resta impunito. Per questo è fondamentale cercare di prevenire e di presidiare il territorio per evitare che i furti si verifichino. In alcuni comuni – ha aggiunto il sindaco Guarneri – i furti sono calati dell’80 per cento grazie anche al presidio del territorio da parte dei cittadini. Il progetto è piaciuto molto ai castelmellesi che si sono attivati in diversi quartieri. Ora valuteremo i risultati, ma sono sicuro che si tratti di un modello positivo che consentirà ai miei concittadini di vivere più serenamente”.

Comments

comments