(red.) Nelle ore intorno a lunedì 5 febbraio il capo procuratore di Brescia Tommaso Buonanno ha ricevuto un duro colpo da Bergamo. Suo figlio, Gianmarco di 32 anni, è finito in carcere per una rapina armata commessa con altre due persone al supermercato Conad di Zogno, in Val Brembana, la sera del 31 gennaio. Il giovane si è visto notificare un’ordinanza di custodia cautelare e portato in carcere per opera dei carabinieri.

Attraverso le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza della zona, era stata letta la targa con cui il 32enne aveva raggiunto il punto vendita. La vettura è ormai usata da tempo dal ragazzo, ma è intestata al padre magistrato. Gianmarco, con Luigi Mazzocchi di 49 anni di Seriate, già arrestato e un terzo complice ancora ricercato, erano entrati armati di pistola e mitraglietta e con il volto coperto. Avevano portato via 10 mila euro dalle casse del supermercato.

Comments

comments

3 Commenti