(red.) Sarà celebrato sabato 3 febbraio alle 14, in Santa Maria Assunta a Gussago, nel bresciano, il funerale di Maria Venturelli. La donna di 82 anni, residente in via San Vincenzo, nella frazione di Navezze, è morta nella notte tra mercoledì 31 gennaio e giovedì 1 febbraio all’ospedale Civile di Brescia. Il giorno precedente, martedì, era stata colpita da una fiammata della stufa della sua abitazione nella quale viveva da sola. Cercando di ravvivare il fuoco che si stava spegnendo, aveva usato una bottiglia per versare del liquido infiammabile.

Ma il fuoco aveva raggiunto proprio il contenitore, investendo l’anziana diventata una vera e propria “torcia” umana. Le sue urla avevano attirato l’attenzione dei vicini di casa che l’avevano soccorsa, chiamando poi i vigili del fuoco e i sanitari. Quindi, il trasferimento d’urgenza al Civile di Brescia dove è deceduta. La donna era molto conosciuta in paese come sarta, rammendando vestiti e capi di abbigliamento che i conoscenti le portavano in casa.

Comments

comments