(red.) Contro ogni ricorso, lunedì 29 gennaio sarà firmato il contratto tra la società Anas e l’impresa Salc per realizzare il raccordo autostradale della Valtrompia, nel bresciano. E’ quanto emerso dall’incontro avvenuto mercoledì 24 gennaio a Roma tra il presidente della Provincia Pier Luigi Mottinelli e quello di Anas Gianni Vittorio Armani. E i ricorsi pendenti alla giustizia amministrativa, tra cui quello degli ambientalisti che ritengono la valutazione d’impatto scaduta e della stessa impresa che ha ritenuto il risarcimento troppo basso?

Questi continueranno la loro strada, ma intanto si vogliono iniziare i cantieri. Quanto trapela dalla Capitale e citato dal Giornale di Brescia ha trovato possibili conferme anche nel presidente dell’Associazione Industriale Bresciana Giuseppe Pasini che da qualche tempo si è messo in moto per sollecitare l’opera. Da Roma fanno sapere che alla firma del contratto ci sarà anche la stessa azienda Salc, ma si dovrà vedere. Nel momento in cui si apporrà la sigla sul documento, potranno iniziare i lavori.

Palazzo Broletto è già alla fase operativa, tanto da aver avvisato i proprietari delle aree espropriati di lasciarle libere entro la fine di febbraio. Ai primi giorni dello stesso mese è previsto anche un incontro a Milano con la sezione dell’Anas per definire le modifiche al progetto, tra l’innesto sul raccordo alla provinciale 19 di Concesio e l’allungamento delle gallerie fino al Termine di Lumezzane. A quel punto ci sarà tutto per avviare i cantieri entro il trimestre e lasciando da parte i ricorsi.

Comments

comments

2 Commenti