(red.) Nella giornata di venerdì 19 gennaio i carabinieri della compagnia di Salò hanno arrestato un 22enne di Vobarno nel paese bresciano per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane aveva usato un modo originale per nascondere la droga, cioé in un fienile che si trova dietro la sua abitazione nella località valsabbina. Tra l’altro il ragazzo era già conosciuto da parte delle forze dell’ordine, tanto che da tempo lo tenevano controllato per verificare il suo comportamento.

Di fronte a notizie che il pusher avesse sostanze, i militari hanno compiuto un blitz prima nella sua casa e poi nel fienile. C’erano 700 grammi di marijuana, mista ad hashish, tutti divisi in sacchetti e un bilancino di precisione. Per lui, oltre alle manette, è stato concesso l’obbligo di dimora in attesa che si concluda il processo a suo carico.

Comments

comments