(red.) La bresciana Cristina Chiarolini di Esine è una donna miracolata. Nel primo pomeriggio di domenica 31 dicembre, ultimo giorno del 2017, era stata travolta da una valanga mentre si trovava a piedi con il marito Cesare lungo la provinciale 669 che dalla Bazena porta verso il passo Crocedomini. Ne dà notizia il Giornale di Brescia. I due coniugi sono amanti della montagna e nel giorno di San Silvestro avevano deciso di concedersi una gita all’aria aperta e tra le alture. Quindi, avevano lasciato la loro auto alla Bazena e da qui si erano incamminati verso il Passo.

Erano le 13,30 quando i due si trovano ad alcuni metri di distanza l’uno dall’altra. A un certo punto si è staccata una coltre di neve fresca che ha colpito in pieno la donna facendola finire a mezzo metro di profondità. Il marito che non l’ha più vista, ma sentiva la voce della donna, ha urlato chiedendo aiuto e attirando l’attenzione di alcuni escursionisti nelle vicinanze.

E’ stato quindi chiamato il 112, poi il gruppo ha scavato a mani nude riuscendo a raggiungere Cristina che è rimasta illesa e riportata in salvo. Grazie anche all’intervento dei carabinieri e del Soccorso alpino. Ha poi potuto raccontare lei stessa cosa le era successo. Un “miracolo”.

Comments

comments