foto d'archivio

(red.) Gravissimo incidente per un ragazzo bresciano di 12 anni che stava festeggiando l’ultimo dell’anno nel Veronese. Il giovane ha raccolto, per strada, un petardo inesploso che, purtroppo, e scoppiato proprio mentre il giovane lo stava tenendo in mano. A causa di ciò, ha perso la falangetta del terzo dito

Incidente fastidioso anche per un 28enne residente a Rezzato, vittima dei fuochi artificiali la notte compresa tra il 31 e il primo di gennaio 2018. Il giovane, originario del Montenegro, si è procurato un petardo rudimentale e, forse per aumentare la deflagrazione, lo ha acceso e infilato in un tubo. Con lo scoppio, però, c’è stata anche una fiammata che ha investito in pieno volto l’uomo. Subito soccorso, è stato medicato all’ospedale Civile di Brescia. 

Comments

comments