(red.) Nella tarda serata di domenica 31 dicembre è divampato un incendio sul tetto di un caseggiato sulle colline della frazione Villa a Erbusco, nel bresciano. E’ successo intorno alle 22 quando alcuni componenti di un gruppo intenti a festeggiare Capodanno, dopo il cenone avevano in programma proprio di raggiungere il rudere per ammirare dall’alto lo spettacolo dei fuochi d’artificio. Invece, il camino acceso ha provocato il surriscaldamento della canna fumaria da dove si sono poi sviluppate le fiamme.

Il rogo ha indotto i presenti ad allertare i vigili del fuoco, giunti sul posto con diversi mezzi da ogni parte della provincia. Il fuoco ha colpito le travi della copertura mandando in cenere il tetto e una parte dei solai. Complicate si sono rivelate anche le operazioni di spegnimento, visto che gli addetti antincendio hanno faticato a raggiungere l’edificio lungo le strade scoscese. E uno dei vigili del fuoco è rimasto anche ferito a un polpaccio a causa della caduta di una griglia. Mentre alla fine dell’intervento uno dei mezzi dei pompieri ha rischiato di travolgere una proprietà privata. Ora si stanno valutando i danni.

Comments

comments