(red.) Sarà eseguita martedì 2 gennaio all’ospedale Santobono di Napoli l’autopsia sul corpo del piccolo Christian Corso, morto venerdì 29 dicembre per motivi che saranno appurati proprio dall’esame medico. Il bambino di 3 anni, residente con i genitori e la sorella di 8 anni a Bagnolo Mella, nel bresciano, si era sentito male giovedì 28 sera mentre si trovava in casa dei parenti a Ercolano per le vacanze natalizie.

In quelle ore era stato condotto all’ospedale partenopeo dove la famiglia si era sentita dire che si trattavano di sintomi da influenza e diagnosticando un farmaco, ma con l’avvertenza di un’altra visita da fare entro le successive 24 ore.

Quindi, il bambino era stato dimesso. Ma venerdì mattina intorno alle 7 era stato necessario l’intervento di un’ambulanza per condurre il piccolo di nuovo in ospedale, ma in condizioni più gravi e già in arresto cardiaco. Poi era sopraggiunto il decesso. Il dramma ha portato ad aprire due inchieste, una interna alla struttura sanitaria e l’altra a livello di procura. Ora si attendono i risultati dell’autopsia per capire eventuali responsabilità dei medici.

Comments

comments