(red.) A Brescia è tutto pronto, in occasione delle feste di Natale, anche per celebrare l’arrivo del nuovo anno. Quella che nel programma di iniziative viene chiamata “Golden Night” sarà centrale tra le piazze Paolo VI e Loggia. Domenica 31 dicembre dalle 21 ci sarà un concerto di musica classica, e non solo, davanti a palazzo Broletto. Poi la conclusione alle 22,30 e il trasferimento in piazza Loggia. La prefettura ha già predisposto il piano per l’ordine e la sicurezza pubblica che avrà un occhio di riguardo soprattutto all’ombra della Loggia dove ci sarà il brindisi di mezzanotte. A chi parteciperà sarà dato un ticket (5 mila al massimo in piazza) e tre varchi – largo Formentone, via X Giornate e Monte di Pietà – presidiati da polizia e steward. Vietato portare alcolici, bottiglie e bicchieri di vetro, neanche lattine e fuochi d’artificio. Tutti i dehors dei bar della piazza saranno smontati per garantire la massima sicurezza e dare il via allo spettacolo con il musicista Stefano Vigani e la “iena” Andrea Agresti.

La serata si chiuderà all’1 e per l’occasione la metropolitana resterà aperta fino alle 2, per riaprire l’1 gennaio alle 7. Ma le feste di Natale in città possono essere trascorse anche all’insegna della cultura. Come annuncia la Fondazione Brescia Musei, anche quest’anno dal 24 al 31 dicembre i Musei civici si aprono e regalano un’intera settimana di ingresso gratuito, per festeggiare insieme il periodo più atteso dell’anno. Un’iniziativa speciale, un invito sentito rivolto a tutti i bresciani, ma anche agli ospiti occasionali o ai tanti turisti che visitano la città durante le festività natalizie. La visita al Museo di Santa Giulia e a “Brixia. Parco archeologico di Brescia romana” sarà anche occasione per visitare liberamente la mostra “Mimmo Paladino. Ouverture” oltre che la mostra “A life: Lawrence Ferlinghetti. Beat Generation, ribellione, poesia”.

C’è un programma anche per gli appassionati di cinema. Il Nuovo Eden compie dieci anni e per festeggiarli il Comune di Brescia e la stessa Brescia Musei hanno deciso di organizzare una maratona di 24 ore a ingresso gratuito. Si partirà domenica 31 dicembre alle 21 e accompagnerà gli spettatori durante tutta la notte e tutta la giornata di lunedì 1 gennaio per iniziare un nuovo anno in modo speciale e all’insegna del cinema di qualità. Dieci i titoli selezionati – tra film cult e successi del 2017 – dopo aver sentito anche il pubblico. Si inizierà da “La febbre del sabato sera” nella versione director’s cut restaurata dalla Cineteca di Bologna e proseguirà alternando intrattenimento di qualità – “Baby Driver” – e cult d’autore – “Mulholland Drive”, “Les amours imaginaires” -. Durante la giornata di Capodanno si avvicenderà una selezione che spazia dalla commedia – “Nove Lune e mezza” – al cinema italiano indipendente – “Babylon Sisters” – passando dal cinema d’animazione adatto a grandi e piccini – “Alla ricerca di Dory” e “Cattivissimo me 3” – per terminare con due tra i più importanti film del 2017: “Dunkirk” e “Blade Runner 2049”.

Ma le feste coinvolgono tutta la provincia di Brescia con diversi eventi. Il lago di Garda sarà preso d’assalto, a partire da Sirmione che dovrebbe fare di nuovo il tutto esaurito. Poi attività sportive sull’alto Garda, sciate sulle valli e una novità ad Anfo. La Rocca, infatti, sarà aperta in via straordinaria, anche se solo ai gruppi organizzati, tra sabato 23, domenica 24, martedì 26, il 30 e 31 dicembre. Previsto un grande afflusso anche sul lago d’Iseo, nonostante lo spettacolo di Capodanno resterà ancora sulla sponda bergamasca, a Sarnico.

Comments

comments

3 Commenti

  1. Buon 2018 a tutti gli avventori di questo giornale, a quelli che da anni non si scoraggiano, a quelli che ripetono sempre le stesse cose, a quelli intelligenti e sensati e a quelli che hanno delle teste di rapa! Presto arriveranno le elezioni politiche quindi AUGURI !!! Ne abbiamo TUTTI bisogno.

  2. ► E dopo i sinceri Auguri, ♪♫
    ► Dopo il solito scontato discorso a reti mummificate,
    ► Dopo un capodanno passato in piazze blindate da transenne, barriere antisfondamento, mezzi posti a chiusura di strade, forze dell’ordine in gran quantità, alla faccia dei soliti ipocriti e idioti del politicamente corretto: “noi non cambieremo le nostre abitudini”,
    ► ecco che inizia questo anno da “sgrisoli” con una bella raffica di aumenti, tanto per farci capire come sarà questo 2018, dove anche Giove Pluvio ci ha dato un primo chiaro vaticinio.
    ►►Buon Anno… (a capila! ;) )

    • Premio Oscar per avere descritto perfettamente l’ipocrisia di Capodanno.
      E da noi è andata ancora bene, se si pensa ad alcune città tedesche dove le donne hanno dovuto festeggiare in zone separate e protette dalla polizia, per evitare le ormai consuete molestie di San Silvestro ad opera dei soliti noti.
      Possiamo scambiarci baci e auguri e credere che tutto andrà meglio, ma la dura realtà è che l’Europa e l’Italia, come eravamo abituati a conoscerle, stanno morendo. Buon 2018.