(red.) Prima era stata colpita la statuetta di Gesù bambino, tanto da essere “decapitata”. Poi era stata sostituita con un’altra nell’arco di poche ore e rimessa al suo posto nel presepe. Ora è successo all’effige della Madonnina presente in una nicchia della santella di via Golgi. Non c’è pace per Torbole Casaglia, nel bresciano, dove si registra un nuovo episodio e di cui, anche in questo caso, è emerso attraverso i social network e riportato dal Giornale di Brescia. La scoperta è stata fatta venerdì mattina 29 dicembre quando alcuni residenti hanno notato che la statuetta non c’era più, era stata rubata.

E la sensazione, espressa dal sindaco Roberta Sisti, è che il paese sia stato in qualche modo preso di mira, forse in modo più grave rispetto a un atto vandalico. Infatti, si tratta ancora di un oggetto religioso che è stato colpito. In giro per la località bresciana ci sono numerose santelle curate e gestite direttamente dai cittadini come simboli della tradizione religiosa e cristiana.

Tra l’altro, è emerso come non sia la prima volta che la statua della Madonna viene rubata, tanto da essere stata recuperata in un campo nel tempo addietro. Sul posto sono presenti alcune telecamere di videosorveglianza dalle quali è già stato acquisito il materiale delle riprese. Si spera che gli “occhi” elettronici siano riusciti a catturare uno o più autori del furto.

Comments

comments

1 COMMENTO