(red.) Da giovedì 28 dicembre è tornata percorribile la provinciale 345 che da Campolaro porta verso il Bazena, mentre sulla strada verso il Gaver fino alla tarda serata ci si poteva muovere su una sola corsia. Ma anche in questo caso si è lavorato tutta la notte e si proseguirà venerdì mattina per consentire la circolazione. Quella di giovedì è stata una giornata di lavoro per i tecnici della Provincia di Brescia coordinati dall’assessore alle Strade e Viabilità Antonio Bazzani e insieme a un nivologo dopo la chiusura delle due carreggiate di alta montagna per il pericolo di valanghe.

E’ stato impiegato anche un elicottero con la campana Daisy Bell per eseguire un’esplosione controllata e provocare il distacco della neve in abbondanza. Ma in un caso non è servito e nell’altro il forte vento ha impedito di svolgere l’operazione. La provinciale 345 è stata subito riaperta giovedì mattina grazie al forte vento che ha fatto rimuovere lo strato più superficiale della coltre nevosa e rendendo la zona più sicura.

Al contrario, sulla sp 669 verso il Gaver e dove si è depositato circa un metro di neve, i tecnici hanno lavorato diverse ore riuscendo al momento ad aprire un varco tra la Val Dorizzo e il passo Gaver percorribile su una sola corsia. Le operazioni sono state valutate dall’alto da un elicottero, ma i lavori sono andati avanti con l’illuminazione per tutta la notte. Contando il fatto che le previsioni meteo indicano sereno e assenza di precipitazioni, è probabile che nel corso della giornata di venerdì anche la stessa strada verso il Gaver sarà aperta del tutto, revocando i divieti di transito attualmente in vigore a causa di valanghe.

Comments

comments