Facciamo seguito al comunicato stampa unitario delle categorie dei trasporti di Cgil, Cisl e Uil territoriali di Brescia per sottolineare la preoccupazione delle Confederazioni Sindacali in merito ai possibili tagli alle risorse messe a disposizione da parte della Provincia di Brescia sul trasporto pubblico locale.
Tagli che ammonterebbero a 2,5 milioni di euro nel 2017 da sommare ai 4 milioni del 2018.
Il nostro territorio inoltre potrebbe anche essere penalizzato dalle scelte che effettuerà la Regione Lombardia nella ripartizione delle risorse regionali (basate sull’identificazione dei fabbisogni di mobilità e sull’applicazione del meccanismo dei costi standard).
Andranno inoltre discussi e deliberati gli stanziamenti previsti dal MIT per l’ammodernamento del parco bus previsti in 4,5 miliardi in quindici anni. Tutto ciò alla vigilia della gara per l’assegnazione del servizio di trasporto nel bacino unico della Provincia di Brescia.

Le ricadute decisamente negative che questi tagli pesanti e gli interventi regionali avranno sulle aziende di trasporto pubblico del territorio bresciano sui cittadini, studenti, lavoratori e sull’occupazione dell’intero settore, chiama tutti ad un confronto serrato per approfondire il tema.
E’ per tale motivo che CGIL CISL e UIL unitamente alla Categorie del settore trasporto chiedono una immediata presa di posizione da parte di tutte le Istituzioni coinvolte ed un confronto aperto sul quale siamo sin d’ora disponibili, per la difesa ed il rilancio di un servizio pubblico di qualità, fondamentale per lo sviluppo economico del nostro territorio e che dia risposte adeguate ai pendolari , persone che ogni giorno si muovono utilizzando il trasporto pubblico e che hanno diritto di potersi muovere con un servizio di qualità.

I Segretari Generali di Cgil, Cisl e Uil: Silvia Spera, Francesco Diomaiuta e Mario Bailo

Comments

comments