(red.) E’ stato un Natale da dimenticare quello di lunedì 25 dicembre per due famiglie residenti e vicine di casa a Milzano, nel bresciano. Mentre i due gruppi erano fuori di casa per celebrare la festività tra pranzi e momenti di compagnia con i parenti, una coppia di malviventi è entrata in azione. Ne dà notizia il Giornale di Brescia. E’ successo proprio nella piazza centrale del paese quando i due ladri, per non farsi beccare vista l’ampia visibilità, hanno deciso di raggiungere il retro delle abitazioni, nella zona dei garage.

Qui si sono arrampicati attraverso le condutture di scolo raggiungendo il primo appartamento. Quindi hanno usato un attrezzo, forse un piede di porco, per aprire la porta finestra e introdursi nella casa. Hanno portato via oro e soldi in contanti per poi raggiungere l’abitazione accanto dove hanno replicato il raid. Nel loro mirino sono finiti armadi e comodini dove i proprietari avevano nascosto la merce di valore, ma non è stato sufficiente per evitare i furti.

La banda è poi riuscita a scappare, mentre i titolari dei due appartamenti, scoprendo la brutta sorpresa, non hanno potuto fare altro che denunciare gli episodi ai carabinieri della compagnia di Verolanuova. I militari sono impegnati anche a scovare gli autori di altri furti simili avvenuti sempre nella bassa bresciana.

Comments

comments

7 Commenti

  1. Ancora con questa balla colossale “i reati sono in calo”. Continuano a ripeterla nella vana speranza che a forza di sentirla la gente ci creda!!
    Un pò come le palle sulla “ripresa economica” e sui “posti di lavoro in aumento”.

    Le carceri però sono sempre più piene……nonostante le recenti scarcerazioni di massa (sic!).
    Carceri piene e reati in calo……un ossimoro??
    In realtà nessun ossimoro, perchè se è vero che le carceri sono piene, è ancora più vero che I REATI SONO IN COSTANTE AUMENTO.

  2. Premesso che non conosciamo i numeri relativi ai reati non denunciati, la realtà è che ci siamo dovuti i”blindare” in casa con inferriate, sbarre e allarmi vari.
    E non parlo di ville, ma di appartamenti, gente comune
    Era così prima?
    No, cari amici dei cattivi.

  3. Mentre dai tanto vituperati USA giunge la notizia di un minimo storico dei reati a New York, dove da anni si applica la “tolleranza zero”, da noi si continua ad applicare il principio opposto, quello della “tolleranza illimitata”.
    Ma tranquilli, amici di Milzano: sappiate che anche se la vostra casa è stata profanata, se i vostri oggetti più cari sono spariti, e se dovrete pagare di tasca vostra i danni a porte e finestre, i reati sono in calo da più di 30 anni!!!

    • I reati sono in calo sia in Italia che a NYC, come ovunque in occidente, sia quando governa la sinistra che la destra.

      E a NYC da 4 anni c’é un Sindaco, De Blasio, che non applica affatto la cosiddetta “tolleranza zero” ma una politica di contrasto al crimine soft, intelligente e che punta alla prevenzione.
      E i numeri son in calo nettissimo.

      • Le cose non sono proprio così, perchè la vera lotta al crimine della Grande Mela con successi insperati fu condotta da Rudolph William Louis Giuliani, soprannominato Rudy, applicando proprio la “tolleranza zero” a tutti i livelli, a partire dalla criminalità organizzata sino agli imbrattatori di muri e i “saltatori di tornelli”, a dimostrazione che questa è l’unica terapia efficace contro il crimine. Il successore Michael Bloomberg migliorò ancora la situazione, mentre l’attuale De Blasio si è trovato il non-problema della sicurezza confezionato su un piatto d’argento (ti piace vincere facile?…).

        I numeri delle statistiche offrono la situazione tipo “pollo di Trilussa”, perchè alcuni crimini non sono in calo, e tra questi il peggiore è proprio quello dei furti in appartamento, che crea allarme sociale come nessun altro. La percezione dell’insicurezza è invece associata all’impressione, del tutto giustificata, che le istituzioni, ovvero il potere legislativo & giudiziario, stiano sempre dalla parte dei criminali, e il cittadino si sente giustamente oppresso oltre che disorientato.

        • La convinzione che basti la “tolleranza zero” ed il “pugno di ferro”, serve per catturare gli allocchi.
          Le variabili sono tante, la realtà é molto più complessa, ma un dato é incontestabile, ovvero che i numeri stanno scendendo non solo a NYC ma in tutti gli USA, sia con sindaci-sceriffi che con sindaci-sindaci.

          In ogni caso stiamo parlando di una realtà, quella americana, con tassi di criminalità 10 volte i nostri. Quindi abbiamo poco da imparare.

          In tutto l’occidente, in ogni caso, i reati sono in calo da decenni.

          • Ma il pugno duro di Rudy ha funzionato alla grande, non è un parere, è un dato di fatto.
            Gli allocchi sono coloro che credono nelle favole.