(red.) Diversi cittadini di Mairano, nel bresciano, questa volta non hanno ricevuto gli auguri di Natale da parte dell’amministrazione comunale e dei commercianti, come avveniva ormai da tradizione nel passato. Ma c’è una spiegazione. Perché in effetti dal municipio e dall’associazione dei negozianti sono stati prodotti i calendari e con tanto di lettere di auguri natalizi che poi i dipendenti hanno inserito nella varie cassette postali. Allora cosa è successo? Qualcuno, come dà notizia il Giornale di Brescia, ha raggiunto le stesse abitazioni subito dopo il volantinaggio e preso calendari e lettere.

Poi è stato sradicato un cestino di legno da un parco del paese e la sera della vigilia di Natale, domenica 24 dicembre, tutto è stato dato alle fiamme. Un gesto subito condannato dall’amministrazione e dai commercianti, tenendo anche conto che i consiglieri comunali si autotassano per consentire la stampa dei calendari e delle lettere, senza pesare sul bilancio cittadino. Sembra essersi trattato di un atto vandalico che dal municipio è stato denunciato ai carabinieri per indagare e identificare gli autori.

Comments

comments