Foto dal Giornale di Brescia

(red.) E’ stato un mercoledì 27 dicembre “nero” per la viabilità in Valcamonica, nel bresciano. Tre incidenti stradali, di cui due avvenuti a pochi minuti di distanza l’uno dall’altro, hanno mandato in tilt la viabilità sulla statale 42 per tutta la mattina. Ma per fortuna quelli rimasti feriti sono in condizioni non preoccupanti. Il primo scontro è avvenuto intorno alle 9 quando un’auto è finita sotto il cassone di un mezzo pesante in un tamponamento. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i veicoli necessari per risolvere la situazione, anche creando diverse code sulla strada verso l’alta valle.

La zona è quella di Esine, tanto che le forze dell’ordine hanno dovuto chiudere la carreggiata tra l’area di sosta e lo svincolo camuno. Quando la viabilità si stava per risolvere, poco dopo è avvenuto un altro scontro tra due auto e poi tamponate da un furgone. Anche in questo caso la Polizia stradale ha dovuto chiudere la strada principale tra Cividate Camuno e Darfo Boario, portando i mezzi verso altre strade vicine.

La carreggiata è rimasta chiusa per circa due ore e al momento della ripartenza, intorno a mezzogiorno, due auto che si trovavano in coda sono rimaste coinvolte in un terzo tamponamento a 500 metri di distanza. Si tratta di una Bmw e di una Mini Cooper, con i due conducenti che sono stati medicati sul posto. Qui sono dovuti intervenire di nuovo i vigili del fuoco dopo che la Bmw aveva preso fuoco a causa dell’impatto e creando quindi altro traffico. Il bilancio finale della mattina di passione è stato di sette mezzi coinvolti in incidenti e di otto persone condotte al pronto soccorso dell’ospedale di Esine.

Comments

comments