(red.) Quella di mercoledì 27 dicembre, nonostante il forte maltempo, è stata un’altra giornata di ricerche per trovare tracce di Pietro Giordani. Del 33enne di cui non si hanno tracce da venerdì 22 non è stato trovato ancora alcun elemento. Da qualche giorno abitava in un appartamento a Villa di Gargnano, sulla sponda bresciana del lago di Garda, in attesa della chiusura dei lavori nella sua residenza al brolo di San Giacomo.

Di Giordani non è stata trovata nemmeno l’auto, la Fiat Panda rossa 4×4, con la quale il 33enne si sarebbe allontanato. Ma per i vigili del fuoco di Brescia e l’unità di comando avanzato è stata un’altra giornata di ricerche andate a vuoto perché non è stato trovato nulla. Qualcuno aveva rivelato di aver visto il 33enne entrare in un bar del paese, ma la smentita sarebbe arrivata dalle immagini riprese dalle telecamere del locale e che non mostrano profili simili a quelli del giovane scomparso.

A questo punto si fa sempre più strada l’ipotesi che il bresciano si sia allontanato in modo volontario da casa. Ma dalle analisi sulle operazioni si è anche verificato che nei giorni precedenti non si era registrato alcun traffico tra bancomat e carta di credito. E le ricerche vanno quindi avanti.

Comments

comments