(red.) “E’ una situazione tanto assurda quanto grave.” Questo il primo commento di Severino Damiolini, Segretario della Lega della Valsaviore e consigliere dell’Unione dei Comuni, alla notizia riportata oggi dalla stampa secondo cui la società Bernardi Srl, di proprietà del Sindaco di Berzo Demo, avrebbe ricevuto dal Comune e dall’Unione della Valsaviore di cui lo stesso Bernardi è Presidente, degli affidamenti diretti per la fornitura di materiali edili per alcune migliaia di euro.

“E’ assurdo – continua – che il comune di Berzo Demo e l’Unione della Valsaviore acquistino del materiale edile dalla ditta del Sindaco Bernardi, ma è forse ancora più assurdo che nessuno intervenga di fronte a quello che è un evidente illecito per di più messo in atto alla luce del sole, tanto che alcune determine di affidamento sono ancora pubblicate all’albo pretorio del comune. Senza dimenticare che l’Assemblea dell’Unione, su mia proposta, nel 2016 si è dotata di un codice etico che stigmatizza situazioni come queste imponendo agli amministratori la massima trasparenza. 
​A quanto pare però – conclude Damiolini – per alcuni etica e morale sono solo parole a cui non attribuire alcun significato”.

Comments

comments