(red.) Dalla sera di venerdì 22 dicembre non si hanno più notizie di Pietro Giordani, 33enne bresciano che da qualche tempo vive a Gargnano, sulla sponda bresciana dell’alto lago di Garda. In quelle ore il giovane si era allontanato dalla sua abitazione alla guida di una Fiat Panda rossa 4×4, ma poi più nulla. Quindi, i familiari che in quei giorni lo stavano contattando in vista delle feste natalizie e senza ricevere risposta hanno subito attivato le forze dell’ordine facendo partire le ricerche.

L’attività da parte dei vigili del fuoco, militari e sanitari è iniziata la mattina di Natale, lunedì 25 dicembre. L’area posta sotto controllo è quella compresa tra Gargnano, Muslone, Tignale e Tremosine e partendo da via Roma, proprio a Gargnano, dove il 33enne abita. In realtà, Pietro era ospite di un appartamento a Villa, visto che la sua abitazione a San Giacomo è sottoposta ai lavori. La squadra di soccorsi si è mossa fino a Tremalzo e Passo Nota e muovendosi fino alla Costa, ma senza ottenere alcun risultato.

Non è stata trovata nemmeno la sua auto che non è comparsa lungo il percorso stradale della Gardesana ricco di telecamere di sorveglianza. Martedì 26, giorno di Santo Stefano, si è svolta una riunione ai carabinieri di Gargnano per capire come muoversi e la zona di ispezione è stata quella tra la casa del 33enne e la baita in montagna a Cima Rest di Magasa. Chi avesse informazioni o vedesse il bresciano, può contattare i carabinieri locali allo 0365.71000. Nel frattempo, le ricerche proseguiranno nella giornata di mercoledì 27.

Comments

comments