Foto dal profilo Facebook dei vigili del fuoco di Lumezzane

(red.) Lo scarso funzionamento delle canne fumarie, prima causa del divampare degli incendi sulle case, ha provocato problemi anche nel lungo fine settimana di Natale nel bresciano. Sono due gli episodi da registrare, entrambi avvenuti la mattina di lunedì 25 dicembre tra Valtrompia e Valsabbia.

Il primo è accaduto a Bione dove proprio una canna fumaria ha provocato un rogo, spento sul nascere, sul tetto di una villetta. A domarlo sono stati i vigili del fuoco di Vestone e Salò. L’altra situazione si è verificata a Bovegno a causa delle fiamme che hanno distrutto il tetto di uno chalet. In entrambi i casi nessuno è rimasto ferito e non si parla nemmeno di sfollati.

Comments

comments