(red.) La Canottieri Garda apre la sua nuova stagione agonistica (127 anni di gare tra canottaggio, nuoto, vela, dallo scorso anno il Triathlon) con la classica “Trans Lac en Du”, un po’ regata, un po’ festa. L’ appuntamento, come sempre, è il primo sabato di luna piena dell’anno, questa volta il prossimo 27 gennaio. Sarà la prima regata del 2018, se si escludono i vari campionati d’Inverno in corso.
La Trans Lac è una veleggiata notturna riservata ai velisti più temerari con due persone in barca. È organizzata come sempre dalla Società Canottieri Garda di Salò (www.canottierigarda.it), club presieduto da Marco Maroni, in collaborazione con il Circolo Vela Gargnano, il nucleo centrale del nascente consorzio velico della riva lombarda.
Tornando alla “ 28° Trans Lac” salperà, come sempre al calar delle tenebre, dal golfo di Salò (sul lungolago con partenza degli equipaggi da terra). Il programma seguirà il copione di sempre. Il via appena dopo le 17, il percorso nella parte media del lago, lo “stop and go” al Marina di Bogliaco e il ritorno su Salò, l’arrivo al molo del canottaggio nel porto della Canottieri Garda.

La regata è dedicata alla memoria di Cristian Tarolli, salodiano, appassionato velista, scomparso nell’estate 2013 in un incidente stradale. Cristian fu uno degli ideatori di questo appuntamento di sport, amicizia e goliardia. Poi nei due week end del 3-4 e del 17-18 febbraio tornerà l’Autunno-Inverno, regate della classe Protagonist 7.5. In testa alla classifica provvisoria c’è il giovanissimo Filippo Amonti del team sportivo “Kymco” (Canottieri Garda), seconda Lorenza Mariani di “Casper” (Canottieri Garda), terzo Andrea Zuklic di “Folegrandos” (Cv Gargnano).
Nella “AxSolo Cup-Quantum Pro Laghi”, evento che anticipa sempre di una giornata le regate della Autunno Inverno, ma con equipaggi in solitaria, comanda Andrea Taddei con il suo “Whisper”.

Comments

comments