(red.) Radio Popolare e Radio Onda d’urto sono due emittenti importanti nel panorama informativo locale e nazionale. Da sempre attente al mondo del lavoro e alle questioni sociali, il loro ruolo informativo e di sensibilizzazione è ancor più necessario in una fase come quella attuale, caratterizzata da un lato da un attacco ancora più feroce a diritti e condizioni del lavoro e dall’altra da un mercato dell’informazione sempre più difficile, omologato e soggetto a una mutazione profonda. Sono radio libere, attente al lavoro, ai lavoratori, alle situazioni sociali sempre più complesse, alle derive razziste, xenofobe e fasciste che attraversano in maniera preoccupante la società.

Entrambe le emittenti, per ragioni in parte diverse, stanno affrontando una difficile situazione economica e di sostenibilità finanziaria. La Camera del Lavoro di Brescia, convinta della necessità che l’informazione costi ma abbia anche un grande valore, ha deciso di sostenerle con un contributo simbolico. L’invito a iscritti e non solo, al di là del gesto compiuto dalla Camera del Lavoro, è a sostenere l’informazione libera. 

Silvia Spera
segretaria generale della Camera del Lavoro di Brescia 

Comments

comments