(red.) Un 49enne di origine marocchina, ma residente a Cologne, nel bresciano, è stato condannato a otto anni di reclusione, con rito abbreviato, dal tribunale di Parma. La sentenza per lui è arrivata giovedì 21 dicembre. L’uomo si era reso protagonista in negativo a giugno quando sulla sua auto, percorrendo le strade della provincia emiliana, portava un carico di oltre 3 chili di hashish. I carabinieri impegnati in un consueto posto di blocco gli avevano mostrato la paletta per chiedergli di fermarsi.

Al contrario, il nordafricano aveva proseguito la corsa accelerando. Ma pochi metri dopo, nei pressi di una rotonda, era rimasto imbottigliato nel traffico. A quel punto, uno dei militari lo aveva inseguito a piedi e cercato di fermare la sua corsa. Il conducente, invece, lo aveva trascinato per alcuni metri provocandogli delle ferite. Arrestato, era stato accusato di tentato omicidio, detenzione di sostanze stupefacenti per lo spaccio e resistenza a pubblico ufficiale. Ora dovrà scontare 8 anni dietro le sbarre.

Comments

comments