(red.) La morte di Elisa Gierotto a 34 anni, deceduta all’ospedale Civile di Brescia mercoledì 20 dicembre dopo essere stata travolta, nove giorni prima, dalla sua auto nel vialetto di casa a Darfo Boario Terme, nel bresciano, ha scosso l’intera comunità camuna. La salma della giovane insegnante di sostegno dell’asilo di Pisogne è stata portata nella sala del commiato in via Massi a Corna di Darfo, dove venerdì 22 alle 20 si terrà una veglia funebre.

L’ultimo saluto sarà sabato 23 dicembre alle 14 nella chiesa di Santa Maria a Darfo. La donna lascia il marito, due figli di 4 e 7 anni, i genitori e altri parenti e amici. Proprio per lei, quando stava ancora lottando per la vita al Civile, era stata organizzata una fiaccolata in paese, poi annullata visto il tragico evolversi della situazione. Gli organi della 34enne, dopo aver autorizzato l’espianto, continueranno a vivere tra le persone che hanno bisogno.

Comments

comments