(red.) Nella serata di martedì 19 dicembre un’enoteca di Montichiari, nel bresciano, è finita nel mirino di una coppia di ladri. In quel momento il negozio di vini e alcolici era chiuso, così i due malviventi, di cui un 45enne, hanno deciso di entrare in azione infrangendo una porta-finestra. Una volta all’interno, hanno depredato tutte le bottiglie di pregio, per un valore di circa 2 mila euro. Ma durante l’operazione è scattato l’allarme che ha indotto il proprietario del market a raggiungere in pochi istanti la sua attività commerciale. Quindi, i due ladri si sono imbattuti nell’esercente.

Uno dei due, sfruttando il caos, è riuscito a fuggire attraverso le campagne circostanti, mentre il 45enne ha mollato calci e pugni al titolare. Peccato per il bandito che l’allarme fosse collegato anche alla centrale operativa dei carabinieri, facendo arrivare in pochi minuti una pattuglia di Calcinato. Per l’uomo sono scattate le manette e l’accusa iniziale di furto si è aggravata in rapina impropria per la violenza rifilata al negoziante. Il complice, contando sul buio, era riuscito a fuggire, mentre il 45enne si è visto convalidare l’arresto nella giornata di mercoledì 20.

Non è la prima volta che il market viene preso di mira, anzi. Un episodio era successo già la sera precedente quando un uomo, identificato dalle telecamere a circuito chiuso, era riuscito a intrufolarsi nel negozio portando via circa 10 mila euro di bottiglie. Poi nei giorni prima altri ladri avevano rubato alcuni bancali di prodotti stipati nel piazzale dell’ingrosso. Infatti, il market è conosciuto per rifornire supermercati e privati, contando anche sulle feste natalizie, periodo tipico per i brindisi.

Comments

comments