(red.) Sono circa 5.900 le opportunità di lavoro nel mese di dicembre in provincia di Brescia. E’ quanto emerge da una elaborazione del Servizio Studi della Camera di Commercio di Brescia sui dati del Sistema Informativo Excelsior realizzato da Unioncamere e ANPAL.
Sono soprattutto i servizi di alloggio e ristorazione a ricercare personale, in gran parte per far fronte al picco di attività legato alle festività natalizie. Le figure più richieste sono i cuochi e camerieri e altre professioni legate al turismo (1.140 entrate previste); ma non mancano, per la fine dell’anno, le richieste di commessi (450).
Seguono le professioni legate ai servizi alla persona come il personale non qualificato nei servizi di pulizia (480); operai nelle attività metalmeccaniche (520); gli operai specializzati nell’edilizia (350); e il personale non qualificato nelle attività industriali (340).
Le imprese bresciane cercano personale dipendente a cui offrono prevalentemente un contratto a termine (il 62% delle assunzioni perviste avrà un contratto a termine).
Il 64% delle assunzioni sarà destinato al personale con esperienza, mentre in due casi su cinque il lavoro sarà offerto ai giovani sotto i 29 anni di età.

In Lombardia le assunzioni programmate nel mese di dicembre saranno circa 51.700 e si concentreranno prevalentemente nel commercio e nel turismo e ristorazione. Milano è prima con 23.800 opportunità lavorative, seguita da Brescia con 5.840 e da Bergamo con 4.590.

Comments

comments