(red.) Le polemiche sui centri commerciali e supermercati aperti nei giorni di festività natalizie continuano e ora sono anche gli stessi clienti, almeno attraverso i social network, a dirsi contrari. Lunedì 18 dicembre il centro Freccia Rossa di Brescia ha pubblicato un post su Facebook annunciando che lunedì 25 (Natale) e martedì 26 dicembre (Santo Stefano) resterà aperto. Ricevendo così una “pioggia” di commenti negativi.

Al Leone di Lonato del Garda, invece, i 300 dipendenti hanno avviato una raccolta di firme contro la decisione della proprietà di tenere aperto il centro commerciale a Santo Stefano. Proteste anche nei punti vendita di Esselunga in provincia lunedì 24 dicembre, vigilia di Natale, con sciopero del personale nella prima e ultime due ore del turno di lavoro.

Comments

comments

3 Commenti

    • Il fatto che ci siano dei disoccupati non significa che chi lavora debba diventare uno schiavo.
      Si riesce a sopravvivere senza andare nei centri commerciali il giorno di Natale e S.Stefano? Mi pare di si!
      Perciò se anche i dipendenti dei centri commerciali possono passare le feste in famiglia, in santa pace, mi pare cosa buona e giusta.