(red.) Mercoledì mattina 20 dicembre l’ultimo Consiglio comunale di Brescia prima della fine dell’anno e chiamato ad approvare i bilanci, è iniziato con un fuori programma. Alcuni attivisti legati al Comitato spontaneo contro le nocività si sono messi nell’area riservata al pubblico e in piedi, indossando una maglia dedicata, hanno intonato come forma di protesta pacifica un coro dallo stile natalizio contro i lavori al Parco delle Cave e che palazzo Loggia sta recuperando.

Secondo chi ha protestato, gli amministratori e tutte le realtà coinvolte avrebbero distrutto la vegetazione dell’area verde e facendo scomparire gli animali. Almeno questo è quanto scritto su un volantino diffuso dallo stesso comitato. Per esempio, i gruccioni come specie protetta di uccelli e costretti a lasciare il parco per i lavori in corso con cui creare anche percorsi ciclabili. Secondo gli attivisti, l’area verde dovrebbe essere tutelata a livello naturale e non diventare una zona di frequentazione di massa.

Un post di fine settembre

Comments

comments

1 COMMENTO

  1. Da rivedere, su tutto, gli accordi tra Comune e cavatori storici della zona in merito a cementificazione e compensazioni urbanistiche perchè la sensazione è che ci siano parecchie incongnite proprio sotto il profilo della reale sostenibilità ambientale del progetto.