Caro Babbo Natale,
sappiamo che sei molto impegnato e hai poco tempo ma abbiamo una cosa molto importante da chiederti.
Noi abitiamo a Vighizzolo, una volta c’erano tanti campi e ci hanno raccontato che i bambini come noi ci potevano giocare. Oggi quei campi non ci sono più, ma abbiamo le nostre case con un pezzetto di giardino e a noi basterebbe.
Ma sai Babbo Natale, noi in quei giardini spesso mica ci possiamo giocare, purtroppo dei signori hanno buttato tanta spazzatura e tante cose pericolose puzzolenti tutto intorno alle nostre case, alla nostra scuola e alla nostra chiesa.
Noooo Babbo Natale, non proprio intorno, insomma hanno riempito dei buchi che si chiamano discariche.

Sono dei buchi grandissimi, dove buttano tutto, proprio tutto; non come a casa dove la mamma ci tiene che noi dividiamo la carta dalla plastica, dal vetro e dalle cose che un po’ puzzano; nelle discariche è tutto un po’ mischiato e non va mica bene, perché tutta quella roba insieme è pericolosa. A volta capita che si incendia e sale un fumo nero.
Ti ricordi Babbo Natale quando l’anno scorso ti abbiamo chiesto qualche regalo in più per quei nostri amici che sono stati male a scuola? Ci siamo spaventati tantissimo, noi non avevamo mai visto un nostro amico portato via con l’ambulanza e la puzza era così forte che tanti di noi hanno avuto tanto mal di testa e vomito. Però siamo andati in televisione, parlavano di Vighizzolo e noi eravamo contenti: eravamo famosi! Abbiamo riconosciuto la nostra scuola, il nostro asilo, l’oratorio dove giochiamo; Cavolo Babbo Natale adesso i nostri amici che vivono fuori da Montichiari ci avrebbero invidiati… e invece no, poi ci siamo vergognati. Parlavano di casa nostra come della pattumiera d’Europa e così il giorno dopo c’era la festa di compleanno di un amico e molti suoi compagni che non abitano a Vighizzolo non sono mica venuti; hanno detto che loro non vanno nelle pattumiere.
Qui da noi di discariche ce ne sono tantissime. Dicono che per ognuno di noi ci sia sotto terra una casa di rifiuti. I nostri genitori sono preoccupati per noi, lo dicono anche gli scienziati che vicino alle discariche ci si ammala, e si sono messi tutti insieme, hanno iniziato un po’ a protestare (a volte siamo andati anche noi perché, sai, noi siamo bambini ma siamo anche coraggiosi) e hanno ottenuto una legge che non farà arrivare più nessuna discarica e impedirà che i paesi di altri bambini possano diventare come il nostro. Perché non è giusto che qualche altro paese diventi una pattumiera.

Non ti nascondiamo che eravamo felicissimi ma l’altro giorno è arrivata una brutta notizia.
Sai Babbo natale, noi non capiamo molto di queste cose ma sembra che dei signori vogliono far cancellare, con una gomma speciale che si chiama TAR una legge che ci stava migliorando la vita e ci dava la speranza di un futuro più bello. Un futuro più pulito.
Boh …… Insomma Babbo Natale noi ti chiediamo un regalo: non è che potresti chiedere tu a quei signori di non usare quella gomma e di non cancellarci ciò che è giusto, ciò che ci permetterebbe di tornare a giocare nei giardini, di respirare aria pulita, e di poter bere dalle fontane senza paura?
Grazie Babbo Natale

I bambini di Vighizzolo e di tutta Brescia 

Lettera spedita dal comitato Sos Terra di Montichiari

Comments

comments