foto d'archivio

(red.) La neve abbondante arrivata sulle vette bresciane ha spinto numerosi sciatori a dedicarsi alla loro attività preferita, ma spesso, magari con l’imprudenza, si rischia di incorrere in incidenti. E’ quanto successo a tre ragazzini che domenica 17 dicembre, in tre distinti episodi, tra la mattina e il pomeriggio, hanno dovuto interrompere la giornata sportiva finendo direttamente in ospedale mentre si divertivano sul monte Maniva, in alta Valtrompia.

Il primo caso di infortunio lungo la vetta bresciana ha coinvolto un 12enne quando mancavano pochi minuti a mezzogiorno. Mentre sciava, è finito fuori pista e ha riportato alcune ferite, per fortuna non serie. Per lui è arrivato comunque l’elicottero che lo ha trasportato in codice verde all’ospedale Civile di Brescia, in Pediatria. Il secondo, intorno alle 14,30, ha coinvolto un bambino di 4 anni che pare stesse sciando fuori pista con un genitore e trainando un bob.

Quando hanno perso il controllo del mezzo, avrebbero cercato di inseguirlo e sarebbero scivolati su una lastra di ghiaccio finendo nel vicino bosco. Il bambino, con alcune ferite al volto, è stato portato in volo anche lui al Civile in codice giallo. Infine, sul Dasdana dopo le 15 un ragazzino di 10 anni sarebbe scivolato su una lastra e per lui si è reso necessario il trasferimento in elicottero all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Comments

comments