Foto di archivio

(red.) Un forte e pessimo odore avvertito dai cittadini e turisti religiosi intorno alle Fontanelle di Montichiari, nel bresciano, dove si trova proprio il noto edificio dedicato al culto mariano. E’ stato accusato in modo distinto dalla zona, tanto che gli agenti della Polizia locale sono dovuti intervenire cercando di capire da dove provenisse. Poi si sono accorti della presenza di un agricoltore che faceva spesso spola verso la campagna alla guida di un trattore.

Così lo hanno pedinato, scoprendo che il 49enne, proprietario di un terreno nella frazione monteclarense al confine con Carpenedolo, stava spargendo liquami e fanghi di tipo zootecnico sul proprio campo. Ma una legge regionale sui nitrati proibisce di svolgere questa attività dall’1 dicembre al 31 gennaio.

Quindi, l’uomo è stato denunciato per smaltimento illecito di rifiuti, mentre il mezzo agricolo e la botte che conteneva i liquami sono stati sequestrati. La municipale ha annunciato che nelle settimane successive potenzierà i controlli proprio su questi episodi. Non è la prima volta che proprietari di terreni in paese finiscono nei guai.

Comments

comments