(red.) Ha fatto di Chiari una vera e propria capitale del libro e della lettura, dando ai piccoli editori unpalcoscenico per farli conoscere al grande pubblico: torna dal 10 al 12 novembre a Villa Mazzotti la Rassegna della Microeditoria. L’iniziativa, promossa dall’associazione culturale l’Impronta in collaborazione con il Comune di Chiari, i patrocini di Regione Lombardia, Provincia di Brescia, Fondazione Cogeme, Consigliera di Parità della Provincia di Brescia e sotto l’auspicio del Centro per la promozione della lettura, è giunta quest’anno alla sua 15esima edizione. Protagonista alla Microeditoria sarà la filiera del libro: si andrà alla scoperta di chi trasforma le storie nate nella testa e dalla penna degli autori in libri fatti e finiti: «Abbiamo scelto di focalizzare l’attenzione sui mestieri del libro – spiega il direttore artistico Daniela Mena – per riportare al centro tutte quelle figure professionali che permettono la nascita di un libro e che, allo stesso tempo, ne garantiscono la qualità: l’editore, l’autore e il traduttore».

Si parte la sera di venerdì 10 novembre con la premiazione del concorso Microeditoria di Qualità -promosso in collaborazione con il Sistema Bibliotecario Sud Ovest Bresciano e Rete Bibliotecaria Bresciana – e si proseguirà sabato e domenica con l’apertura dei 100 stand di piccoli e piccolissimi editori (lista completa www.microeditoria.it) provenienti da tutta Italia. Diverse le novità per questa quindicesima edizione: da un vero e proprio Festival del fumetto a Orzinuovi, con una mostra mercato dedicata alle produzioni indipendenti di fumetto e illustrazione, ai diversi laboratori sul mestiere del libro (da come si realizza un ebook a come si scrive un incipit, da come presentarsi a una casa editrice al mestiere di editing, passando per la dizione e la traduzione) e anche una serie di eventi e uno spazio-libreria dedicato ai più piccoli con la presenza di realtà come Lapis, Uovonero, Gallucci, Coccole books, oltre agli stand di Babalibri, Picarona, Voce in capitolo, Matti da rilegare e Vallardi I.G.

Tanti poi gli ospiti attesi a Villa Mazzotti nei giorni del Festival, a cominciare da Aldo Cazzullo, Alberto Casiraghy, Carolina Montessori, Staino, Riccardo Iacona, Fabio Genovesi, Alessandra Tedesco, Massimo Bray, Mons. Iacobone, Francesco Panetta, Achille Occhetto e Fulvio Scaglione per una rassegna che in tre giorni ha in programma più di 75 appuntamenti. Da quelli curiosi come il viaggio musicale-matematico nel Paradiso dantesco o la presentazione del libro di Mario Morono͞ Startup di merda: il primo libro da comprare se vuoi aprire una star up͟ alle anteprime, come la presentazione del volume ͞insegnamento di Don Lorenzo Milani͟ a 50 anni dalla scomparsa. Ci sarà spazio per l’omaggio a Jane Austen nel bicentenario della sua morte, a Gino Bartali e Luigi Tenco, ma anche per momenti di impegno: come quello dedicato a 18 donne che fecero ͞l’impresa Lombardia oppure la riflessione sull’editoria indipendente e la bibliodiversità. 

Programma della rassegna: Programma-microeditoria

Comments

comments